La terza palpebra del gatto, che cosa significa

Curare la terza palpebra gatto

Al di là della sua indiscussa bellezza, gli occhi dei gatti hanno alcune peculiarità sorprendenti. Uno è che hanno una membrana nictitante che, nella maggior parte dei casi, non è visibile. Ecco alcuni dettagli su quel disturbo felino che viene chiamato terza palpebra gatto, e dei consigli di come trattare adeguatamente questo disturbo.

Che funzione ha la terza palpebra

Grazie a questa specie di tessuto invisibile, chiamato anche terza palpebra, i felini mantengono ben puliti e protetti i loro occhi, e al riparo da traumi, sporcizia e particelle indesiderate. Inoltre, la membrana nictitante, questo il suo nome scientifico, produce lacrime e sostanze che li aiutano a combattere batteri e altri microrganismi.

Come vedere la terza palpebra

Se sei molto attento, potresti riuscire a intravedere la terza palpebra, quando il tuo piccolo sta per addormentarsi. Se guardi attentamente tra le due palpebre, vedrai un tessuto bianco che si dispiega e che, quando il micio è sveglio, sbuca a malapena dall’angolo interno degli occhi. Tuttavia, che questa membrana rimanga per lo più invisibile è un buon segno. Se inizi a vederla al di là di ciò che è considerato normale, probabilmente è un segno che qualcosa non va con il tuo amico gatto.

Preoccuparsi per l’apparizione della terza palpebra?

La terza palpebra dei gatti può fare la sua apparizione in uno o entrambi gli occhi del gatto. Nel primo caso, è molto probabile che l’animale abbia subito una lesione o abbia un oggetto estraneo nel bulbo oculare.

Se vedi la terza palpebra di continuo

Se la membrana nictitante si abbassa su entrambi gli occhi, per un periodo prolungato di tempo, il gatto è molto probabilmente malato. La visibilità della terza palpebra può essere un simbolo di più disturbi, da una semplice congiuntivite a quelle più gravi. In entrambi i casi, una visita urgente dal veterinario è dovuta a determinare la causa del problema e indicare un trattamento appropriato. E prima agisci, maggiori sono le possibilità di un rapido recupero del tuo micio.

Come curare il problema

Nei casi più semplici, l’applicazione di colliri sarà sicuramente una soluzione più che sufficiente. Occasionalmente, alcuni farmaci dovranno essere forniti dal veterinario. E, nei problemi più gravi, potrebbe essere necessario eseguire qualche tipo di intervento chirurgico. La cosa importante è che tieni d’occhio il tuo gatto per rilevare eventuali segni che qualcosa non vada per il verso giusto e così portarlo dal veterinario.

In caso di disidratazione

Per via dei molteplici motivi che possono causare la membrana nictitante del gatto, i trattamenti sono diversi, in quanto dipenderanno da ciò che sta causando questa anomalia. Quando si tratta di disidratazione, si consiglia di fornire al gatto cibo umido e molta acqua per fermare il processo, in modo che il problema possa essere risolto a casa.

In caso di congiuntivite

In caso di congiuntivite, ferite, corpi estranei nell’occhio, solo la diagnosi del medico sarà in grado di determinare il passo successivo. Un collirio specifico per i gatti, e altri farmaci possono essere dati al micio, a seconda della gravità. Quando invece si tratta di chirurgia, solo lo specialista sarà in grado di decidere l’opzione migliore per preservare la qualità della vita e la salute del felino.

Se la causa è genetica

La sindrome di Haw dovrebbe scomparire da sola, quando i problemi intestinali e digestivi che hanno causato la scomparsa della membrana. Quando la causa è di origine genetica, il veterinario determinerà da studi medici se la membrana sta influenzando la visione del gatto e causando disagio. Se è così, la chirurgia può essere l’unica soluzione, non per rimuoverla, ma per spostarla al suo posto appropriato.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *