Ritrovare un gatto scappato, storia vera

Ritrovare un gatto scappato è possibile?

Ritrovare un gatto scappato non è così semplice. Se ha il microchip si può tentare di cercarlo, ma in caso contrario, ritrovarlo può essere impossibile. A volte i gatti possono scappare di casa ma la loro fuga il più delle volte è solo una passeggiata temporanea.

Come custodite il vostro gatto?

Se avete abituato il micio da piccolo, a vivere in un regime di semi libertà, può capitare spesso che lui si faccia delle lunghe passeggiate e poi rientri a casa. Quando i felini sono abituati ad esempio ad uscire a giocare nel cortile, può capitare che una volta o l’altra salti la recinzione e si faccia la sua passeggiatina nel quartiere. Ma al 95% il micio tornerà sempre. Mentre ritrovare un gatto scappato da casa, se è stato tenuto sempre dentro casa, potrebbe essere più difficile. I gatti non abituati alla libertà potrebbero spaventarsi e finire sotto una macchina o chissà dove.

La storia di oggi, un fatto vero

Comunque sia ritrovare un gatto scappato a distanza di 5 anni e 2000 chilometri, non è un fatto molto usuale. Bisogna avere una enorme dose di fortuna. Questa è la storia di un uomo, che vive vicino a una foresta abitata da dei coyote, e che pensò che il suo animale domestico fosse morto quando vide che non era tornato a casa dopo una passeggiata notturna. Se vuoi scoprire come ha ritrovato il suo adorato gatto continua a leggere.

Ritrovato dopo 5 anni e a 2000 miglia

Negli Stati Uniti, un proprietario di gatto si è riunito con il suo animale domestico cinque anni dopo che è scomparso. Trovato recentemente a più di 2.000 miglia da casa sua. Il gatto ritrovato, di nome Sasha, è stato trovato all’inizio di novembre nella città di Santa Fe (Nuovo Messico) dal personale di un rifugio per animali. Quando hanno analizzato il felino, hanno rilevato un microchip nel suo corpo con i suoi dati e quelli del suo proprietario, che risiede a Portland, Oregon.

Sasha incontra il proprietario

L’organizzazione contattò American Airlines e la compagnia si offrì di prendere Sasha e un rappresentante del rifugio a Portland. Questa settimana, il gatto ha finalmente incontrato il suo proprietario, Viktor Usov. L’uomo dichiarò alla stampa locale che il felino non è tornato a casa dopo una notte nella quale era andato a fare una passeggiata e, poiché ci sono dei coyote nelle foreste vicine, pensava che “il peggio” fosse accaduto. “Non potevo crederci”, ha detto Usov. Tale la sua reazione quando alla telefonata dal Nuovo Messico per informarlo che il suo Sasha era stato trovato.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *