Coronavirus nei gatti, possiamo contagiarli?

Evitare il coronavirus nei gatti

E’ possibile il coronavirus nei gatti o nei cani domestici? Abbiamo già affrontato il tema della Fip nei gatti, ma in tempi di coronavirus, è buona misura proteggere i nostri animali domestici. Cani e gatti domestici non possono trasmettere il nuovo coronavirus agli esseri umani, ma possono essere positivi per piccoli livelli dell’agente patogeno. E possono essere infettati dai loro proprietari. Questa è la conclusione del Dipartimento dell’Agricoltura, della Pesca e della Conservazione di Hong Kong. Dopo aver effettuato un test su di un cane in quarantena, è stato rilevato il virus, utilizzando campioni provenienti dalle cavità nasali e orali dell’animale.

Il coronavirus nei gatti trasmesso dall’uomo

Gli scienziati sospettano che il virus noto come SARS-CoV-2, che causa la malattia, abbia avuto origine nei pipistrelli. Forse la causa è di questo piccolo mammifero selvatico, che lo trasmetteva all’uomo. Tuttavia, gli esperti della School of Public Health dell’Università di Hong Kong, e dell’Organizzazione Mondiale per la Salute (OMS) hanno raggiunto un’accordo. Il cane che era risultato positivo al test, aveva un basso livello di infezione. Ed era probabilmente dovuto a un caso di trasmissione uomo-animale’.” Per cui hanno raccomandato ai proprietari di gatti o cani domestici, nel caso fossero positivi al virus, di utilizzare tutte le precauzioni per non trasmetterlo ai loro animali domestici.

Consigli per non infettare i nostri gatti

In generale, i proprietari di animali domestici dovrebbero mantenere una buona igiene, tra cui lavarsi le mani prima e dopo aver toccato gli animali e il loro cibo o giocattoli, e non baciarli. Le persone malate dovrebbero evitare il contatto con gli animali domestici. E richiedere la consulenza immediata di un veterinario in caso di cambiamento nello stato di salute dell’animale. Visto che secondo lo studio clinico citato prima il coronavirus nei gatti può essere trasmesso solo da noi umani, le precauzioni per non infettarli, non sono mai troppe. Ma che fare nel malaugurato caso, se il nostro gatto è infettato da noi?

Curare un gatto infetto

Essendo un virus, non c’è nessun trattamento per curarlo, ma semplici palliativi dei sintomi, fino a quando la malattia si attenua da sola. La cosa migliore è sicuramente la prevenzione, sopratutto se un membro della tua famiglia è infetto da coronavirus. Se si dispone di più di un gatto a casa e uno di loro è infetto, utilizzate più lettiere per ridurre ulteriormente il rischio di diffusione del coronavirus, tra di loro. Ricordate che questa malattia, anche se lieve di solito, può essere molto pericolosa a causa della disidratazione che provoca la gastroenterite, oltre ad essere altamente contagiosa. Se sospetti che il tuo gatto abbia il coronavirus, vedi il veterinario il prima possibile.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *