Cani e gatti in convivenza. Scopri come riuscirci

Cani e gatti in convivenza, oggi vedremo come riuscirci nel intento. Sono così diversi che molti non pensano nemmeno di far vivere insieme i loro cani e i loro gatti. I gatti sono animali indipendenti che non cercano l’approvazione del loro padrone; i cani, d’altra parte, sono più tranquilli e vivono per compiacerci. Come, possiamo far, stringere un’amicizia tra due creature così diverse?

Se cresciuti insieme il problema non esiste

I consigli che leggerete a continuazione sono indirizzati a chi ha già un gatto a casa e vuole aggiungere un cane, o viceversa. Nel caso in cui il vostro amico cane e il vostro amico gatto siano cresciuti insieme da piccoli, non avranno nessun problema di convivenza.

Cani e gatti in convivenza, meglio se graduale

È difficile per cani e gatti , se non si conoscono, capirsi bene al primo sguardo: comunicano in modo così diverso che i giochi possono essere una minaccia per l’uno o per l’altro. Questo è a causa di quanto siano diversi i loro rispettivi istinti : il bisogno naturale del cane di correre e inseguire può spaventare il felino. Da parte sua, la suscettibilità di quest’ultimo può facilmente portare a comportamenti aggressivi.

Per la convivenza la razza non fa differenza

Prima di tutto, dobbiamo mettere da parte l’idea che una razza specifica sia migliore di un’altra quando si tratta di creare un’amicizia con un’altra specie. Un Golden Retriever, con un aspetto tranquillo, può avere un carattere più aggressivo del previsto, e lo stesso vale per i gatti: non tutti stanno alla difensiva come potrebbe sembrare. Con questo in mente, ora è il nostro turno di portare il nostro gatto o cane a casa e introdurre il nuovo inquilino. Come affrontare una situazione che può avere risultati così diversi?

All’inizio teneteli in stanze separate

In caso di dubbio, è meglio tenere entrambi gli animali in stanze separate, almeno durante i primi giorni di convivenza. Questa misura può aiutare entrambi a familiarizzare con l’odore dell’altro senza portare ad alcun confronto.
Dal momento che il primo segno di identità per cani e gatti è l’odore, provate a scambiare i loro oggetti tra le due camere. Una volta che questo è stato fatto per un paio di giorni, saremo in grado di procedere alla presentazione.

Mettete il gatto fuori dalla portata del cane

Il cane è un animale energetico che può perdere facilmente le staffe in nuove situazioni. Per mantenerlo il più tranquillo possibile, è conveniente che il cane vada con il suo padrone a fare una buona passeggiata prima di incontrare il suo nuovo amico gatto.
Mettete il gatto in un posto fuori dalla portata del cane, in quanto vi permetterà di conoscere la situazione e avere una sensazione di controllo. Come misura precauzionale, tagliatateli le unghie. Qualsiasi movimento improvviso può innescare una reazione inaspettata.
Tieni pronto il guinzaglio per il tuo cane. Nel caso in cui tira, fagli vedere che non è giusto con un ‘NO, DECISO! Deve capire che non approvi l’aggressività con il nuovo animale e che non è un nemico, ma un compagno di giochi.

Conoscenza tra cane e gatto già adulti

Il processo di apprendimento di un cucciolo sarà molto più veloce e più flessibile di quello di un adulto. Tuttavia, se decidiamo di portare a casa un animale adulto, non tutto è perduto. Quali altri suggerimenti possono aiutarci in questa situazione?

Immaginiamo di portare un gatto in una casa dove un cane vive già. La prima cosa che dobbiamo fare è fare in modo che il gatto abbia il suo spazio lontano dal cane. Se si tratta di una piccola stanza, come un ripostiglio, meglio; darà loro più senso di controllo e sicurezza. Ricordiamo che questo è essenziale per qualsiasi gatto.

Quando si è acclimatato nel suo nuovo ambiente, fate entrare il cane legato al guinzaglio. Qualsiasi movimento improvviso o inaspettato da parte sua dovrebbe essere risposto con parole e azioni ferme, ma non urlare in presenza del gatto, perché penserà che ti stai rivolgendo a lui. Quando entrambi rispondono in modo più naturale, lascia il gatto libero per altri spazi.

È solo questione di tempo, e di pazienza, che entrambi gli animali si acclimatano all’altro. Cani e gatti sono guidati da relazioni gerarchiche e, dopo tutto, tu sei colui che comanda.

Facebook Comments