Acne felina, identificare i sintomi e curarla

In questo articolo parleremo di un problema dermatologico, l’acne felina, che può verificarsi nei gatti di qualsiasi età. Spiegheremo quali sono i sintomi la cura. Nella consapevolezza che, come sempre, il nostro veterinario dovrebbe prevalere. Risponderemo anche a una domanda frequente tra i proprietari di gatti, che non è altro che se questa patologia può essere contagiosa per altri gatti o altri animali che vivono in casa. Per tutto quanto sopra, continua a leggere e scopri con noi tutto sull’acne felina, come trattarla, perché può colpire il tuo micio e molto altro ancora.

Che cos’è l’acne felina?

L’acne felina è una delle malattie della pelle più comuni nei gatti. È un problema infiammatorio che si verifica nel mento e talvolta sulle labbra. Come abbiamo detto, possiamo trovarlo nei gatti di tutte le età. Tutte le razze ed entrambi i sessi possono essere ugualmente colpiti. Dobbiamo sapere che in molti casi passa inosservato, perché si manifesta così lievemente che non apprezzeremo i suoi sintomi.

Scoprire i sintomi

Nei gatti con acne possiamo trovare la seguente situazione sul mento, con vari gradi di gravità: Punti neri che sono brufoli e che possono essere confusi, a prima vista, con escrementi di pulci. Se il problema progredisce, possono apparire pustole e papule, anche con l’esordio di pus. Nei casi più gravi vedremo la foruncolosi, che è l’infezione dell’intero follicolo pilifero e del tessuto circostante, e l’infezione della cellulite o della pelle batterica. Le complicazioni danno origine all’edema, che è il gonfiore causato dall’accumulo di liquidi e dall’infiammazione dei linfonodi più vicini. Questi sintomi aggravati generano anche prurito.

Cause dell’acne felina

La causa di questa acne è considerato un problema nella cheratinizzazione follicolare che è complicata da un’infezione secondaria. La cheratina è una proteina presente nell’epidermide che, in questo caso, formerà una spina nel follicolo. Le ghiandole sebacee, associate ai follicoli piliferi, che si trovano sul mento produrranno più grasso, che è ciò che predispone all’acne felina e inizia a originare punti neri, che di solito sono il primo sintomo che osserveremo.

E’ contagiosa?

È importante sapere che l’acne felina non è una malattia contagiosa ma, come abbiamo spiegato, è causata da un eccesso di sebo tipico del gatto che ne è affetto. Questo problema sul mento è una condizione che in nessun caso si può trasmettere ad un altro gatto o qualsiasi altro animale con cui vive, compresi gli esseri umani.

Come curare l’acne felina

Come curare l’acne felina dovrebbe essere determinato dal veterinario perché tutte le soluzioni sono sotto prescrizione veterinaria. Questo professionista valuterà la situazione presentata dal gatto e, a seconda di esso, prescriverà i farmaci, fondamentalmente con effetto antinfiammatorio, antibiotico e disinfettante.

L’obiettivo del trattamento per l’acne nei gatti è quello di rimuovere il sebo in eccesso per prevenire brufoli e infezioni secondarie. Nei casi più lievi, una pulizia con della Clorexidina può essere sufficiente 2-3 volte al giorno. Dobbiamo sapere che i casi più gravi possono essere difficili da trattare e necessitano di trattamenti a lungo termine. In essi, il farmaco orale è preferito.

A volte gli episodi di acne si ripetono, quindi questi gatti avranno bisogno di pulizie quotidiane a tempo indeterminato. Per quanto riguarda l’uso di acqua ossigenata per l’acne felina, questo è il perossido di idrogeno e, in questo caso, il perossido di benzoile è più raccomandato, a causa della sua specifica attività contro l’acne.

Rimedi casarecci

In quest’ultima sezione vedremo come prendersi cura di un gatto con l’acne per controllare questo problema a casa, tenendo conto di misure come le seguenti e, naturalmente, le raccomandazioni del nostro veterinario: Grattare i peli del mento. Pulire con Clorexidina tutti i giorni. Casi lievi possono essere controllati a lungo termine applicando retinoidi, che sono le forme inattive della vitamina A.

Gli acidi grassi orali possono funzionare in alcuni gatti. Si consiglia di utilizzare mangiatoie metalliche o ceramiche e bevitori, evitando quelli di plastica perché sono associati con la comparsa di acne felina e l’aggravamento dei suoi sintomi. Se il nostro gatto cola eccessivamente dal mento quando mangia o beve dobbiamo pulirlo, perché questa situazione è anche legata allo sviluppo dell’acne. In questi casi possiamo cercare un pasto più asciutto che lascia meno avanzi e distributori di alimenti dove non c’è bisogno di strofinare o inserire il mento.

Facebook Comments